LA VINCI NON VINCE

Si ferma agli ottavi di finale la corsa della tarantina nello Slam inglese: la Paszek più solida ha infatti portato agevolmente a casa il match con il punteggio di 6-2, 6-2

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Termina agli ottavi di finale l’avventura di Roberta Vinci a Wimbledon: la tarantina, non in giornata, si è arresa alla consistenza dimostrata dall’austriaca Tamira Paszek per 6-2, 6-2, dopo 1 ora e 3 minuti di gioco.

L’antifona del match è chiara sin dall’avvio: Roberta al servizio apre con un doppio fallo che le complica subito il gioco . La situazione non migliora con il passare degli scambi perché tra un dritto incrociato e un rovescio oltre il corridoio la Paszek porta a casa il primo break della partita.

Sul suo turno di servizio l’austriaca non ha nessun problema e in meno di cinque minuti si porta sul 2-0, non lasciando neanche un 15 alla tarantina.

La Vinci sembra aver problemi ad entrare in partita: il servizio non è dei migliori e l’aggressività dell’avversaria porta in sofferenza le risposte della giocatrice italiana. Anche nel terzo gioco Roberta mette a segno un solo 15 e si ritrova dopo poco più di dieci minuti sotto di due break.

Nel quarto gioco la Vinci tenta una prima reazione portandosi sino al 30 pari, ma la rete le nega la rimonta e si ritrova ancora a rincorrere il punteggio: 4-0 per la Paszek.

Dopo un quarto d’ora dall’avvio Roberta riesce a portare a casa il primo game dell’incontro, iniziando a trovare le misure al gioco dell’austriaca, tanto che anche nel sesto gioco la tarantina si porta avanti 0-30; la Paszek cerca di arginare il ritorno dell’italiana, ma grazie ad una ritrovata caparbietà, la tarantina porta a casa il suo primo break per il 4-2.

L’austriaca non molla e, nonostante una buona partenza della Vinci nel settimo gioco,  rimonta e porta a casa un altro break per poi darsi la possibilità di servire per la prima frazione.

La tarantina mette a segno il primo 15 dell’ultimo gioco, ma un paio di errori danno il via libera alla sua avversaria per chiudere la primo set con il punteggio di 6-2.

La grande differenza la fa il servizio che, tra prima e seconda, per Roberta non supera il 38%.

I primi due game del secondo set sembrano più equilibrati, ma già al terzo la tennista austriaca trova la zampata del vantaggio.

La Vinci non è però intenzionata a lasciar andare il match e nel quarto gioco mette a segno subito il contro break.

L’equilibrio dura poco e la Paszek mette a segno altri due game consecutivi per portarsi in vantaggio 4-2 nel secondo set. Roberta continua a spedire palle fuori campo e a lamentarsi del suo servizio, che oggi sembra proprio non aiutarla.

Ancora un altro break per l’austriaca che, anche nel secondo parziale, si regala a breve giro l’opportunità di servire per il set e per il match.

La Vinci cerca di resistere, portandosi sullo 0-30, ma alla fine l’austriaca recupera e si porta in vantaggio, per chiudere il match con un periodico 6-2.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.