CAROLINE C’E’!

La Wozniacki non fallisce la prova Pavlyuchenkova e approda agli ottavi di Wimbledon. La segue Na Li, che in un incontro lampo si è sbarazzata della Rodionova

Be Sociable, Share!

Wimbledon (Londra) – Sa dove vuole arrivare, Caroline Wozniacki. A dispetto della giovane età, la 19enne di Odense in campo ci sta come una veterana del circuito, a conferma di quanto quella classifica altissima sia del tutto meritata. In questi Championships la numero 3 del mondo sta interpretando perfettamente il ruolo che il ranking le richiede e anche oggi non ha fallito l’appuntamento contro la mina vagante Anastasia Pavlyuchenkova. La russa è cliente scomoda, e quando è in giornata può mettere in difficoltà chiunque. Anche una Caroline Wozniacki in ottimo stato di forma come quella ammirata finora, che infatti ha avuto il suo bel daffare per sbarazzarsi della n.32 del ranking, domata con il punteggio di 7/5 6/4.

Rimonta incompiuta. Il primo set è partito subito in discesa per la danese, che grazie anche alla mira decentrata della rivale (28 gratuiti in totale), è andata avanti 5 a 2. La Pavlyuchenkova non si è abbattuta però fatta abbattere dal parziale deficitario, e ha preso a martellare (ora dentro le righe) l’avversaria, non disdegnando neanche le discese a rete, fino al 5 pari. Il break avrebbe potuto quindi mettere in soggezione la testa di serie n.3, ma in realtà è proprio quando c’è da lottare che esce fuori il meglio di Caroline, che è riuscita a riprendere in mano la situazione e chiudere in 48′ di gioco il primo set. Nel secondo set poi, le due sono andate a braccetto fino primo match point Wozniacki nel decimo game, quando Anastasia ha sparacchiato fuori il dritto che ha consegnato l’incontro alla danese. “Non ho avuto un gran ritmo – ha detto Caroline nel post gara – e ho dovuto essere molto concentrata per non incappare in grossi errori. Sono contenta di essere arrivata fino alla seconda settimana (traguardo già raggiunto lo scorso anno, ndr), e ora mi godrò il giorno di riposo”.

Li non per caso. Na Li (n.9) si ritaglia un meritato posto fra le ultimi 16 di Wimbledon. La cinese si è imposta con un secco 6/1 6/3 su Anastasia Rodionova, che abbandona i prati di Wimbledon dopo una bella batosta subita in appena 58′ di tennis. La Li non ha lasciato mai l’iniziativa all’avversaria, chiudendo con 20 vincenti contro 7 (quasi meglio della sorprendente Zakopalova nel suo sontuoso match di oggi contro la Pennetta) un incontro che è volato via alla velocità della luce. La miglior tennista dello Stato-Continente asiatico ora se la vedrà con la Radwanska, vincente oggi sulla Errani. Qualora riuscisse ad imporsi anche sulla polacca, per la Li sarebbe il secondo quarto di finale raggiunto sui prati londinesi (2006), poco calpestati dalla cinese in carriera (la 28enne di Wuhan è solo alla quarta partecipazione).

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.