NADAL AMMETTE LE SUE COLPE

“Oggi non ero particolarmente ispirato nei primi tre set e ho pagato questa mancanza, perché su questa superficie se non dai sempre il massimo può accadere di tutto”

TUTT’ALTRO CHE CA(MO)MILA…

Non si ferma più Camila Giorgi, giunta al terzo turno dei Championships dopo la vittoria sulla Tatishvili

FABIO E’ DELUSO

“La delusione c’è, ma anche la consapevolezza di aver giocato contro il numero 1 di sempre su questa superficie. Non credo di aver giocato male, anzi dal secondo set in poi ho avuto qualche opportunità, ma non sono riuscito a coglierle come avrei dovuto”

GOFFIN, IL GIOVANE SAGGIO

Il giovane belga continua a studiare da campione, dimostrando che l’exploit del Roland Garros non è stato un caso, ma il risultato di un lavoro costante che oggi sta dando i suoi frutti, grazie anche ad una certa dose di maturità

IL CAMPIONE C’E’

Per la prima volta in carriera Djokovic ha aperto il programma sul Centrale di Londra. L’onore, riservato al campione uscente dei Championships, ha scosso il serbo: “E’ una sensazione unica. E’ l’unico torneo che ti permette di sapere con 12 mesi d’anticipo quando scenderai in campo nell’edizione successiva”

MURRAY: NESSUN PROBLEMA PER WIMBLEDON

“Questi risultati possono accadere. Alla fine neanche Djokovic giocherà nelle prossime due settimane, quindi non capisco perché dovrei preoccuparmi io”

L’AMMISSIONE DI RAFA

“Djokovic è stato superiore oggi, come negli ultimi tempi”. Lo spagnolo non cerca scuse per l’ennesima sconfitta, ammettendo che, sotto sotto, c’è da lavorare sul versante psicologico…

MARIA, PRESTAZIONE POSITIVA

Anche questo è un successo. La Sharapova analizza il suo ritorno in finale come un ottimo punto di partenza per i prossimi impegni agonistici, dopo le problematiche legate alla spalla

RAFA E’ SEMPRE LI’

Nadal non ha lasciato scampo ad un Murray comunque colpevole di non aver sfruttato a dovere la propria occasione. Troppi errori per lo scozzese, rimandato ancora una volta agli esami di riparazione…

KVITOVA, ANCORA DI PIU’

La ceca, ad un anno di distanza, torna, vince e convince. Davanti a lei ora l’ostacolo più difficile, quella Maria Sharapova che a Wimbledon ha già fatto storia