SARA SALUTA L’ALL ENGLAND CLUB

Si ferma al secondo turno l’avventura di Sara Errani a Wimbledon. L’emiliana è stata sconfitta in tre set dall’ucraina Katarina Bondarenko, con il punteggio di 6-4, 5-7, 6-2

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Sarebbe bastato crederci un po’ di più, variando maggiormente il gioco, ma purtroppo Sara Errani si è dovuta arrendere alla furia di Katarina Bondarenko.

L’avvio del match non e’ dei migliori per l’italiana, Sara infatti è stata subito brekkata dalla giocatrice ucraina, partendo subito alla rincorsa. In generale il primo set e’ stato tra alti e bassi, con un gioco che si e’ sviluppato maggiormente da fondo campo e in quest’ottica probabilmente la maggiore potenza dei colpi della minore delle sorelle Bondarenko ha messo in difficolta’ la piccola emiliana. Nonostante infatti l’immediato contro-break e il sostanziale bilanciamento fino al 2 pari, nel quinto gioco l’ucraina ha eseguito un ulteriore rottura che le ha regalato una marcia in piu’ per tutta la prima frazione.

Sara da parte sua non ha mai mollato il gioco e il nastro nel decimo game le ha sicuramente negato un importante contro-break. In seguito, nonostante ulteriori possibilita’ di portare il match sul 5 pari, l’italiana non e’ riuscita a concretizzare nessuna delle opportunita’ passante sulla sua racchetta, lasciando cosi’ la prima frazione alla Bondarenko.

Anche il secondo set si e’ poi aperto con Sara al servizio, ma una serie di errori  – tra cui un doppio fallo sullo 0-30  – hanno regalato il game all’avversaria. Nonostante buoni colpi e intuizioni intelligenti, all’italiana e’ venuto a mancare qualcosa, quella spinta in più che non le ha fatto concretizzare le sue opportunità’ fino a farla scivolare sotto fino al 3-0 nel secondo set.

La caparibieta’ e la ricerca hanno poi trovato la risoluzione nel quarto gioco, primo della seconda frazione conquistato dall’italiana ottenuto rompendo il servizio dell’avversaria. Anche nel quarto gioco la Bondarenko ha rischiato di brekkare l’italiana, ma la Errani e’ riuscita nell’occasione a tenere saldi i nervi e a far girare a proprio favore la situazione, rimanendo cosi’ in scia all’unico break rimasto da recuperare.

Compito realizzato poi nel sesto gioco dove Sarita, partita da sotto, e’ riuscita a recuperare fino al 40 pari e a guadagnarsi il 3 pari con fermezza e tenacia. Variando maggiormente il gioco e mettendo a segno vincenti, nonché’ con un pizzico di fortuna grazie al nastro, la Errani e’ passata in questa occasione per la prima volta a condurre la partita nel secondo set, fermando il risultato sul 4-3.

Vicina al secondo break consecutivo, la Errani ha subito però il ritorno della Bondarenko che, con un’ottima palla corta, ha mantenuto il suo turno di servizio battagliato ai vantaggi. Il secondo set si e’ poi chiudo sul 7-5 a favore dell’italiana grazie al punto messo a segno su un ottimo dritto che ha portato via il turno di servizio, il game e il set alla giocatrice ucraina.

La differenza di temperamento si e’ vista poi in avvio di terzo set dove la Errani, trovatasi sotto 0-40, ha prima raggiunto la parita’, per poi conquistare il game con decisione, ma il  passo falso nel terzo gioco, dove l’ucraina, mai doma, ha risalito la china vincendo il servizio dell’italiana e dando cosi il via ad una sorta di terza parte del match, dove la Errani ha smarrito voglia e gioco.

L’epilogo, tranne alcune punte di orgoglio, e’ stato decisamente a favore della Bondarenko, piu’ consistente dell’italiana, che comunque ha molto da recriminare su un match in cui sarebbe bastato crederci un po’ di più per passare al terzo turno.

Clicca qui per saperne di più su Wimbledon

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.