FERRER FACILE SU DEL POTRO

Prova maiuscola del trentenne di Valencia negli ottavi di Wimbledon: battuto in tre set l’argentino Juan Martin del Potro con il punteggio di 6-3 6-2 6-3. Nei quarti attende ora Andy Murray. Avanti anche Philipp Kohlschreiber

Be Sociable, Share!

Wimbledon (Londra) – A fari spenti David Ferrer prosegue la sua straordinaria corsa nel torneo di Wimbledon. Nessuno parla di lui, tanti lo definiscono come solo un terraiolo, ma lui continua con il suo tennis solido ad impressionare in questa edizione dei Championships.

Nel match odierno di ottavi di finale, che si sarebbe dovuto disputare ieri ma che ha aperto quest’oggi il programma su un campo centrale coperto dal tetto, ha letteralmente demolito Juan Martin Del Potro, mai entrato in partita e sempre succube della superiorità espressa dallo spagnolo.

Troppo più forte quest’oggi il trentenne valenciano, con Del Potro che ha spinto sull’acceleratore ma non è mai riuscito a sfondare il muro difensivo messo su dallo spagnolo. L’equilibrio nel primo set si è rotto già nel quarto game, con il break di Ferrer che ha aperto la strada verso la conquista del set all’iberico. Sul 4-2, al termine di un lungo scambio, Delpo cade, chiama il trainer per un problema al ginocchio ma il risentimento non sembra influire molto sulla sua prestazione. Ferrer chiuderà il set conservando il break di vantaggio, con il punteggio di 6-3.

Nel secondo il break arriverà già nel corso di un lunghissimo quinto gioco, gioco nel quale l’argentino fallirà quattro occasioni di mantenere la battuta e cederà il servizio alla terza palla break. Ferrer continua a compiere recuperi prodigiosi, tiene in campo un’altissima percentuale di prime in campo e conquista la maggior parte degli scambi che superano i 6 colpi. Appare inattaccabile. Conquista un nuovo break sul 5-2 e chiude col servizio nel gioco successivo.

Nel terzo il predominio territoriale si trasformerà nel break decisivo nel settimo gioco: Ferrer non sbaglierà praticamente più, conquistando poco dopo il set con un nuovo break con il punteggio di 6-3.

Con la vittoria odierna Ferrer conquista per la prima volta in carriera i quarti di finale a Wimbledon, dopo che in tre occasioni (2006, 2010 e 2011) era stato fermato proprio agli ottavi di finale. Tra lui ed una storica semifinale adesso c’è però lo scozzese Andy Murray, su cui inevitabilmente sono puntate le luci dei riflettori del pubblico inglese. Sarà un match da non perdere, inevitabilmente sul campo centrale: sarà interessante vedere se e come Murray, apparso anch’egli in gran forma, riuscirà a scardinare la difesa di Ferrer, contro cui ha perso, nemmeno un mese fa, sempre nei quarti, al Roland Garros.

Prosegue intanto anche lo straordinario momento di forma di Philipp Kohlschreiber, il tedesco che raggiunge il suo miglior risultato in carriera con i quarti a Wimbledon. Battuto quest’oggi Brian Baker per 6-1 7-6 6-3, con l’americano che ha faticato ad entrare in partita perdendo il primo set addirittura per 6-1, nonostante l’interruzione, sulla palla break in suo favore, l’abbia leggermente penalizzato. Nel secondo ci sarà più partita, anzi, sarà proprio l’americano ad avere le migliori occasioni break, ma sarà il tedesco, cinico, a far suo il tie-break per 7 punti a 4. Tutto facile, poi, nel terzo, con un break al quarto gioco ed il set chiuso con il punteggio di 6-3 al secondo match point

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.