DJOKOVIC IN SCIOLTEZZA

Con una prova convincente il serbo supera in 3 set il tedesco Florian Mayer (6-4 6-1 6-4), e si qualifica per le semifinali del torneo di Wimbledon. Aspetta ora Roger Federer

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Poteva essere un incontro molto complicato per Novak Djokovic, invece il serbo è riuscito a gestire al meglio la situazione, e a vincere in maniera relativamente semplice. Il numero 1 del mondo ha superato in 3 set Florian Mayer (6-4 6-1 6-4), qualificandosi per le semifinali del torneo di Wimbledon. Incontrerà Roger Federer, in quella che sarà la loro prima sfida ai Championships.

Un solo precedente. L’unico precedente tra i due risaliva ai quarti di finale del torneo di Dubai del 2011. In quel periodo il serbo stava dominando tutti gli avversari, ma nel primo set il tedesco riuscì a fare quasi match pari (7-5), cedendo poi nel secondo (6-1). Poteva quindi rappresentare un motivo in più per poter pensare a un incontro equlibrato nella giornata odierna, visto che il rendimento attuale del serbo non è quello di 12 mesi fa.

Mayer, 8 anni dopo la musica è la stessa. Per il tennista teutonico, questo era il secondo quarto di finale a Wimbledon. Il precedente lo aveva raggiunto nel 2004, quando superò nell’oridne Wayne Arthurs, Guillermo Coria, Wayne Ferreira e Johachim Johansson. Ma anche in quella occasione, perse poi in 3 set ai quarti: fu Sebastien Grosjean a eliminarlo. In questo 2012 ha avuto un tabellone complicato, ma è riuscito a conquistare i quarti dopo due ottime rimonte, nel secondo turno contro Philipp Petzschner (dopo aver subito un 3-6 3-6 nelle prime due frazioni), e nel terzo contro Jerzy Janowicz (rimontando invece da 1-2). Dmitry Tursunov (primo round) e Richard Gasquet (ottavi di finale) sono stati gli altri due avversari eliminati da Mayer in questa edizione.

Novak convincente nei primi turni. I dubbi sul fatto che Djokovic potesse vincere facilmente oggi, derivano più dall’ottimo stato di forma di Mayer, che dal rendimento del numero 1 del mondo. Novak aveva infatti convinto tutti nei primi turni, perdendo appena un set, il primo del match di terzo turno contro Radek Stepanek, nel quale comunque il serbo aveva dominato dalla seconda frazione in avanti. Davvero impressionante era stata la sua prestazione offerta negli ottavi di finale nel derby degli ottavi di finale contro Viktor Troicki, annichilito con un netto 6-3 6-1 6-3.

Tutto facile anche oggi. Come abbiamo detto, nel match odierno Djokovic ha vinto soffrendo molto meno rispetto alle previsioni. C’è stata un po’ di lotta solo nel primo parziale, quando Mayer è andato avanti per 3-2 e servizio. Recuperato il break di svantaggio, il serbo ha rischiato solo nel nono gioco, quando ha dovuto salvare 3 palle-break consecutive dallo 0-40. Scampato il periocolo, il numero 1 del mondo ha strappato a sua volta il servizio al rivale, e ha portato a casa il primo parziale per 6-4. Tutto facile nel secondo set, dominato dall’inizio alla fine (6-1). Nel terzo set Djokovic ha operato il break decisivo nel nono game, e ha chiuso al servizio dopo aver salvato 3 palle-break.

Quarta semifinale per Djokovic. Per il serbo è la quarta semifinale in carriera ai Championships, la terza consecutiva. L’unico successo a livello dei migliori quattro, resta quello dello scorso anno, quando superò Jo-Wilfried Tsonga, e vinse poi il titolo in finale su Rafael Nadal. Nel 2007 perse invece proprio dallo spagnolo, mentre nel 2010 fu Tomas Berdych a estrometterlo dal torneo. Questa volta ci sarà Roger Federer, grande esperto di questi campi, su cui ha vinto 6 titoli. Novak dovrà offrire una prestazione quasi perfetta, se vorrà raggiungere la seconda finale consecutiva a Wimbledon.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.