NOLE, TRE 64 AD HARRISON

Terzo turno raggiunto per il campione uscente di Wimbledon. Oltre a Djokovic, avanti anche Roddick, Almagro e Gasquet

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Compito relativamente semplice quello di Novak Djokovic nel secondo turno del torneo di Wimbledon. Il serbo, “defending champion” e numero 1 del mondo, ha estromesso dalla competizione lo statunitense Ryan Harrison con lo score di 6-4 6-4 6-4, rischiando pochissimo e controllando la situazione per quasi tutta la durata del match, ad esclusione della fase centrale della seconda frazione, nella quale il giovane americano è riuscito a metterlo in difficoltà.

Buon Djokovic, Harrison ancora immaturo. Un Djokovic positivo in quasi tutti gli aspetti del gioco, e che ha avuto qualche problema solo nel chiudere alcune facili volée. Harrison ha confermato di essere un avversario ostico anche per i migliori, ma ancora immaturo per creare una vera e propria sorpresa. In avvio di stagione, all’Australian Open, lo statunitense aveva tolto un set a Andy Murray nel primo turno, ma anche in quella occasione non era poi riuscito a fare il colpaccio.

Match equilibrato, ma dal risultato scontato. Nonostante l’equilibrio, il risultato finale non è mai in discussione. Un break per set, e il numero 1 del mondo porta a casa la vittoria. Nel primo parziale Djokovic è in controllo. Non rischia nulla al servizio e brekka il rivale nel quinto gioco. Harrison mette in mostra il suo talento con qualche giocata spettacolare, e commette solo 3 errori gratuiti, ma non basta. Il serbo si impone per 6-4. Nel secondo set lo statunitense riesce a prendere le misure sul servizio del rivale. Nel sesto gioco Harrion conquista le prime palle-break del suo incontro. Risponde con palle basse e corte in back, costringendo il suo avversario ad attaccare, gioca un primo passante in controllo, e chiude con il colpo successivo. E’ lo schema che gli permette di volare 0-40 e di conquistare in tutto 6 palle-break. Ma Novak si salva, e tiene la battuta. E’ il game che in pratica decide il secondo parziale. Nel gioco successivo, infatti, basta una palla-break a Djokovic per operare l’allungo decisivo, ed incassare un nuovo 6-4. La terza frazione è ancora in equilibrio fino al 4-4, quando il serbo brekka il rivale a zero, e chiude il match al servizio nel decimo game.

Roddick vince, e sono 6. Passa il turno (ma il primo) anche Andy Roddick, che ottiene la sesta vittoria consecutiva, dopo le cinque partite di Eastbourne. L’americano si è imposto su Jamie Baker con il punteggio di 7-6(1) 6-4 7-5. Il match era iniziato nella giornata di ieri, ed era stato sospeso sul 7-6 4-2 in favore del numero 30 del seeding. Al rientro, nella giornata odierna, Roddick mantiene il break di vantaggio fino al 6-4 che decide il secondo parziale. Nel terzo set A-Rod fronteggia 3 palle-break nei primi games, poi, sul 4-4, ha una grande occasione. Ma dallo 0-40 il britannico gioca molto bene, e con cinque punti consecutivi porta a casa il game di battuta. Bellissimo l’ultimo scambio, nel quale Roddick si salva con un tuffo, ma successivamente mette fuori una palla di rovescio. Sul 5-5 l’americano recupera da 30-0 e ottiene il break decisivo, prima di chiudere al dodicesimo gioco con un ace.

Bene Almagro e Gasquet, tanti i match al quinto. Tra i favoriti, buone anche le prove di Nicolas Almagro, che ha superato in 4 set Guillieme Rufin (6-2 5-7 6-2 6-4), e di Richard Gasquet, che è andato a segno su Ruben Bemelmans (6-3 6-4 6-4). Molti gli incontri che si sono decisi al parziale decisivo: Jurgen Melzer ha superato Stanislas Wawrinka nella continuazione della sfida iniziata ieri (primo turno, 3-6 7-6 2-6 6-4 8-6); Bjorn Phau ha avuto la meglio su Wayne Odesnik (primo turno, 6-3 3-6 6-7 6-3 6-4); Florian Mayer ha rimontato 2 set di svantaggio contro Philipp Petzschner (3-6 3-6 6-4 6-2 6-4); Viktor Troicki ha superato Martin Klizan (6-4 4-6 5-7 7-6 6-4); Jerzy Janowicz ha sorpreso Ernests Gulbis (2-6 6-4 3-6 7-6 9-7).

Tutti i risultati:

1] N Djokovic (SRB) vs R Harrison (USA) 64 64 64
[3] R Federer (SUI) d F Fognini (ITA) 61 63 62
[8] J Tipsarevic (SRB) d [Q] R Sweeting (USA) 57 75 64 62
[12] N Almagro (ESP) vs [Q] G Rufin (FRA) 62 57 62 64
[15] J Monaco (ARG) d J Chardy (FRA) 62 36 63 76(7)
[Q] R Bemelmans (BEL) vs [18] R Gasquet (FRA) 63 64 64
[26] M Youzhny (RUS) vs [Q] I Cervantes (ESP) 61 63 64
B Becker (GER) vs [28] R Stepanek (CZE) 26 65 susp.
[Q] M Russell (USA) vs [29] J Benneteau (FRA) 76 26 64 75
[31] F Mayer (GER) d P Petzschner (GER) 36 36 64 62 64
D Istomin (UZB) d I Andreev (RUS) 63 76(3) 46 62

A Falla (COL) vs N Mahut (FRA) 64 63 46 33 susp.
[Q] J Janowicz (POL) vs E Gulbis (LAT) 26 64 36 76 97
V Troicki (SRB) vs M Klizan (SVK) 64 46 57 76 64

[7] D Ferrer (ESP) d [Q] D Brown (GER) 76(5) 64 64
[21] M Raonic (CAN) d S Giraldo (COL) 64 64 64
J Melzer (AUT) d [25] S Wawrinka (SUI) 36 76(2) 26 64 86
[30] A Roddick (USA) d [WC] J Baker (GBR) 76(1) 64 75
B Phau (GER) d [LL] W Odesnik (USA) 63 36 67(3) 63 64
L Kubot (POL) d T Ito (JPN) 76(6) 63 63
I Karlovic (CRO) d D Sela (ISR) 64 64 76(5)

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.