FEDERER, BUONA LA PRIMA

Roger supera all’esordio Kukushkin in tre set: 7-6 6-4 6-2. Verdasco supera Stepanek al quinto (era sotto di due set). Bene Roddick, Simon e Ljubicic.

Be Sociable, Share!

Londra – Buon esordio per Roger Federer ai Championships 2011. Lo svizzero ha piegato il kazako Mikhail Kukushkin in tre set: 7-6 (3) 6-4 6-2. Grande impresa di Verdasco. Avanti Simon, Ljubicic e Roddick.

Federer, buon test. Alle 16 in punto, sul Centrale, Roger Federer ha iniziato la caccia al suo settimo titolo a Wimbledon contro Mikhail Kukushkin, recente semifinalista a Eastbourne e all’esordio assoluto ai Championships. Federer prova subito a mettere in chiaro le cose e apre il match con un ace e tre servizi vincenti. Già nel secondo gioco Kukushkin deve annullare una palla break. Sembrerebbe il preambolo ad una passeggiata ma, in realtà, rimarrà l’unica palla break del set per via delle altissime percentuali al servizio da parte di entrambi (100% di punti con la prima e 86% con la seconda per Federer, 81% di punti vinti con la prima e 63% con la seconda per Kukushkin). Inevitabile, dunque, la soluzione tie-break. Lo svizzero, fino a quel momento falloso nello scambio e poco offensivo, decide di mettere pressione al kazako e dal 4-3 in suo favore infila un parziale di quattro punti consecutivi chiudendo per 7 punti a 3. All’inizio del secondo set Kukushkin continua a giocare discretamente ma sul 2-2 cede per la prima volta il servizio, complice un rovescio in rete. Federer annulla due palle break nel game successivo e grazie ad una maggiore ricerca della rete si procura due palle per il 5-2 ma non le concretizza. Il campione elvetico si aggiudica comunque il secondo parziale con il punteggio di 6-4. Nel terzo set la qualità dell’incontro cresce notevolmente perché Kukushkin tiene comunque a ben figurare di fronte a una platea e a un avversario di tale caratura mentre Federer inizia a sperimentare schemi d’attacco e a regalare autentiche gemme. Lo svizzero ottiene il break nel terzo game grazie ad un sublime lob di rovescio. Il numero 3 del mondo è ora un tornado e con uno smash da cestista e una smorzata di dritto strappa il servizio all’avversario anche nel quinto gioco. Salvata un’ultima palla break sul 4-1, Roger si aggiudica anche l’ultimo set 6-2. Buona prestazione dello svizzero che, dopo un avvio contratto, è uscito alla distanza deliziando il pubblico con alcuni colpi straordinari. Un plauso va anche a Kukushkin, giocatore che vale certamente più del suo ranking attuale.

La “remontada” di Verdasco. Clamorosa impresa di Fernando Verdasco che, sotto di due set contro Radek Stepanek, ha ribaltato la situazione imponendosi alla distanza con il punteggio di 2-6 4-6 6-3 7-6 (6) 9-7 dopo quasi quattro ore di gioco. La maggiore attitudine del ceco alla superficie è stata determinante nei primi due parziali, vinti facilmente da Stepanek rispettivamente 6-2 e 6-4. Nel terzo parziale il punteggio segue i servizi fino al 4-3 per Verdasco: qui lo spagnolo recupera da 40-0, strappa il servizio all’avversario e va a chiudere il set 6-3. Nel quarto parziale Fernando si porta avanti di un break ma al momento di servire per il set, sul 5-4, subisce il break di Stepanek che lo riaggancia sul 5-5. Si va al tie-break, vinto da Verdasco con estremo coraggio: lo spagnolo annulla un match point sul 5-6 con un passante vincente di dritto, guadagna un set point con una risposta vincente di rovescio e chiude il parziale 8-6 grazie ad un dritto d’attacco sul quale il ceco non riesce a tirare il passante. Il match è riaperto e nel quinto set la battaglia si fa durissima. Verdasco, però, è ormai indiavolato e riesce a completare il capolavoro ottenendo il break decisivo nel sedicesimo gioco: 9-7. E’ finita!

Avanti Roddick, Simon e Ljubicic. Nessun problema per Andy Roddick. Lo statunitense, numero 8 del seeding, ha sconfitto il qualificato tedesco Andreas Beck (allenato da Pistolesi) in tre set: 6-4 7-6 6-3. Beck tiene bene il campo ma al momento di servire per rimanere nel set, sul 4-5, subisce il break decisivo. Il secondo set è molto equilibrato e si conclude al tie-break: qui Beck si porta avanti di un minibreak (5-4) ma con due errori manda Roddick a servire per il set prima sul 6-5 (il tedesco si salva con una volèe di rovescio) e poi sul 7-6 (stavolta l’americano chiude). L’inerzia del match è ora nelle mani di Andy che, di fronte ad un Beck ormai arreso, chiude anche il terzo set con il punteggio di 6-3. Va a Ivan Ljubicic il derby croato contro il più giovane Marin Cilic, numero 27 del seeding. Ljubo si è imposto in quattro set: 7-6 (2) 3-6 6-3 6-4. Sempre in tema di derby, Gilles Simon si è aggiudicato quello francese contro Roger-Vasselin: il numero 15 del tabellone ha vinto 4-6 6-4 6-3 7-6 (3). Accede al secondo turno anche Karlovic che ha usufruito del ritiro di Tipsarevic quando però Ivo era già avanti 7-5 3-1. Evidentemente, i problemi accusati dal serbo nella finale di Eastbourne non sono ancora stati superati.

Risultati di giornata – Tabellone maschile
[2] N Djokovic (SRB) vs J Chardy (FRA)
[3] R Federer (SUI) vs M Kukushkin (KAZ)
[5] R Soderling (SWE) vs P Petzschner (GER)
[7] D Ferrer (ESP) vs B Paire (FRA)
[8] A Roddick (USA) vs A Beck (GER)
[11] J Melzer (AUT) vs A Falla (COL)
[12] J Tsonga(FRA) vs G Soeda (JPN)
[13] V Troicki (SRB) vs M Gonzalez (ARG)
[15] G Simon (FRA) d E Roger-Vasselin (FRA) 46 64 63 76(3)
[16] N Almagro (ESP) vs J Nieminen (FIN)
[18] M Youzhny (RUS) vs J Monaco (ARG)
[19] M Llodra (FRA) vs J Ward (GBR)
[20] F Mayer (GER) vs D Evans (GBR)
[21] F Verdasco (ESP) d R Stepanek (CZE) 26 46 63 76(6) 97
[22] A Dolgopolov (UKR) vs F Gonzalez (CHI)
I Karlovic (CRO) d [23] J Tipsarevic (SRB) 75 31 ret. (thigh/groin)
[24] J del Potro (ARG) d F Cipolla (ITA) 61 64 63
[25] J Chela (ARG) d M Matosevic (AUS) 64 64 67(6) 62
[26] G Garcia-Lopez (ESP) d A Golubev (KAZ) 63 63 ret. (illness)
I Ljubicic (CRO) d [27] M Cilic (CRO) 76(2) 36 63 64
[28] D Nalbandian (ARG) vs J Reister(GER)
B Tomic (AUS) d[29] N Davydenko (RUS) 75 63 75
[32] M Baghdatis (CYP) vs J Blake (USA)
J Isner (USA) vs N Mahut (FRA)
K Anderson (RSA) vs I Marchenko (UKR)
T Kamke (GER) d B Kavcic (SLO) 63 76(4) 57 61
X Malisse (BEL) vs M Zverev (GER)
R Mello (BRA) vs F Dancevic (CAN)
F Serra (FRA) vs A Haider-Maurer (AUT)
O Rochus (BEL) vs K De Schepper (FRA)
S Devvarman (IND) vs D Gremelmayr (GER)
V Hanescu (ROU) d J Pospisil (CZE) 64 63 62
R De Voest (RSA) vs R Ramirez Hidalgo (ESP)
I Dodig (CRO) vs R Harrison (USA)
C Berlocq (ARG) vs K Beck (SVK)
G Dimitrov (BUL) vs C Stebe (GER)
A Seppi (ITA) vs A Montanes (ESP)
K Nishikori (JPN) vs L Hewitt (AUS)
S Stakhovsky (UKR) d D Cox (GBR) 62 64 64
L Kubot (POL) d A Clement (FRA) 64 62 36 57 64
I Andreev (RUS) vs T Gabashvili (RUS)
E Gulbis (LAT) vs D Tursunov (RUS)
A Mannarino (FRA) vs C Niland (IRL)
R Haase (NED) d P Riba (ESP) 64 64 64
Y Lu (TPE) d T Robredo (ESP) 64 64 61
Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento