PASSEGGIATA SERALE PER FEDERER

Facile successo di Roger su Mannarino nell’ultimo incontro della giornata. Sospese sui due set ad uno Harrison-Ferrer e Andreev-Tomic

Be Sociable, Share!

Wimbledon 23 Giugno 2011 – Un film già visto tante volte a Wimbledon. Una giornata piovosa con tante piccole pause, una facile vittoria per Roger Federer in uno di quei match in cui è impossibile distinguere tra la superiorità dell’elvetico e l’incapacità dell’avversario, oggi Adrian Mannarino, a confrontarsi con il campione di Basilea nel contesto che lo ha visto trionfare sei volte. Unica novità, il match di oggi è stata la prima occasione in cui Federer ha potuto provare la sensazione di giocare indoor sul campo centrale di Wimbledon, sperimentando il famoso tetto progettato proprio per ovviare ai capricci del tempo inglese.

Sceso in campo nel tardissimo pomeriggio, Roger Federer è riuscito nell’impresa di concludere il match prima della sospensione per oscurità, superando l’avversario transalpino per 6-2 6-3 6-2 in un’ora e mezza scarsa. Un match praticamente perfetto per il numero 3 del mondo, con 38 vincenti e 10 errori, un servizio brillante ed efficace ed un dominio spietato ed elegante. Il mancino francese, pur numero 55 del mondo e giocatore in ascesa, si è limitato ad un ruolo di sparring partner. Basti pensare all’unico momento in cui un piccolo spiraglio si è aperto nel dominio elvetico. Sul 5-3 del secondo set Roger ha infatti concesso un vantaggio di 0-40 al momento di chiudere il set, ma da lì ha piazzato cinque punti consecutivi che hanno spazzato via le speranze di Mannarino ed hanno virtualmente chiuso l’incontro.

Nel terzo turno Federer affronterà un giocatore decisamente di altro livello e che può vantare degli importanti successi sull’elvetico. Parliamo di David Nalbandian, oggi vincitore in quattro set su Haider-Maurer. La lista dei precedenti tra i due è lunga ed equilibrata, anche se il 10-8 per Federer è fermo all’autunno del 2008.

A differenza di Federer, non sono riusciti a concludere i loro match David Ferrer, impantanato in una sfida molto complicata con il giovane lucky loser Ryan Harrison, e Bernard Tomic, sorprendentemente in difficoltà con Igor Andreev.

Dopo Simone Bolelli, un altro luckly loser rischia di raggiungere il terzo turno, anche se la sospensione potrebbe dare nuova linfa vitale alle chance di David Ferrer. Ryan Harrison si trova infatti in vantaggio per due set a uno sul numero sette del tabellone, anche se lo spagnolo ha preso un vantaggio di 4-2 nel quarto set. Il primo set ha sfatato tutti i luoghi comuni che possono permerare una sfida tra l’esperto spagnolo ed il giovane americano. Ferrer ha infatti sprecato un break in apertura di set ed un vantaggio di 6-4 nel tie-break del primo set prima di cedere per 8-6. David ha poi dominato il secondo set per 6-1, ma invece di proseguire la scia vincente ha mollato il terzo set per 6-4. Solo nel quarto set il cliche’ dell’esperienza ha coinciso con gli eventi, visto il vantaggio di un break preso da Ferrer prima dell’ultima sospensione. Domani si riprenderà quindi con Harrison avanti per 7-6(8) 1-6 6-4 2-4.

Dopo la rimonta subita da Lleyton Hewitt, il suo erede Bernard Tomic si è ritrovato costretto a compiere l’impresa opposta, anche se la sua possibile impresa è stata fermata dalla sospesione. Sul finire della giornata il giovane australiano è infatti riuscito a rimediare solo parzialmente ad un pessimo inizio che ha mandato sorprendentemente in vantaggio di due set Igor Andreev, che non ha mai amato troppo l’erba e che soprattutto non sta certo vivendo la fase migliore della sua carriera. Il match riprenderà domani sul 6-4 7-5 3-6 per il russo, numero 79 del mondo.

Stessa sorte per Melzer e Tursunov, costretti ad una sosta forzata con l’austriaco avanti per 6-3 2-6 7-6 1-1.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.