DJOKOVIC AL BACIO

Sconfitto Nadal in quattro set nella finale di Wimbledon: 6-4/6-1/1-6/6-3 lo score. Per il serbo è il terzo titolo slam, ottavo stagionale. Da domani sarà numero 1 del mondo

Be Sociable, Share!

Wimbledon (Inghilterra)Novak Djokovic onora la prima posizione mondiale conquistando il trofeo più importante. Al termine di una finale intensa ma non sempre bellissima, il serbo ha battuto il campione uscente Rafael Nadal in quattro partite: 6-4/6-1/1-6/6-3 lo score. Dopo i primi otto giochi equilibrati, Djokovic ha preso il largo tra la fine del primo set e tutto il secondo; con un parziale di 8-1, si è portato dal 4-4 al 6-4/6-1 mettendo l’impronta sul match. Il serbo si è poi concesso una pericolosa pausa di riflessione nella terza frazione, dominata dal campione uscente fin dal break ottenuto in apertura. Nole ha poi tentato nuovamente l’allungo all’inizio del quarta set (2-0) ma si è fatto subito controbrekkare (2-2). Di nuovo equilibrio fino all’ottavo gioco, quello decisivo: break del serbo, capitalizzato nel game successivo. E’ la quinta vittoria consecutiva di Nole su Rafa, con il serbo che è riuscito anche sulla lenta erba di Wimbledon a mettere uno specchio davanti allo spagnolo e ripagarlo, tatticamente, con la stessa moneta. Queste le dichiarazioni del serbo subito dopo aver ricevuto la coppa: “E’ il più bel giorno della mia vita. E’ il torneo che ho sempre sognato di vincere e credo che tuttora sia un sogno. Ringrazio tutti per essere venuti. Quando giochi contro il migliore del mondo, sai che devi giocare il tuo miglior tennis per cercare di vincere. E’ stata la mia miglior partita sull’erba. La cosa più incredibile è che le persone che più amo sono qui con me a condividere questa gioia.”

4° SET: DJOKOVIC-NADAL 6-3

Ore 17:43 – NADAL-DJOKOVIC 3-6 – La risposta scentrata di Nadal costringe Nole a venire avanti e steccare il dritto (0-15). Rafa sbaglia due dritti consecutivi (30-15) ma la sua profondità trova impreparato Djokovic (30-30). Serve-volley e match-point (40-30). Servizio e dritto che costringe Nadal a mettere lungo il rovescio in recupero. Mi ero sbagliato: è Djokovic il padrone della partita, del torneo e del mondo. Complimenti. E come in Australia, Novak regala le racchette al pubblico.

Ore 17:38 – NADAL-DJOKOVIC 3-5 – Primo doppio fallo della partita per Nadal (0-15) che lo accompagna subito con un rovescio incrociato in corridoio (0-30). Nole strepitoso in risposta e poi in difesa, con lo spagnolo che mette in rete il dritto da findo (0-40 e tre palle-break). Rafa annulla la prima con un dritto sulla riga dopo il servizio ma è ancora una risposta di Djokovic a portare lo scambio sulla lunga distanza. Nole tiene i colpi profondi poi rallenta e il rovescio di Nadal va lungo. Djokovic a un solo game dalla vittoria.

Ore 17:32 – NADAL-DJOKOVIC 3-4 – 40-0 velocissimo con tre prime vincenti, poi gioco a zero con la seconda seguita a rete dopo un dritto e la volee profonda che Nadal non riesce a controbattere.

Ore 17:30 – NADAL-DJOKOVIC 3-3 – Nole risponde a una prima terribile di Rafa e nel successivo rovescio l’iberico trova la rete. Adesso però è Nadal a far correre Djokovic e costringerlo a recuperi inutili (15-15). Ancora il servizio vincente (30-15) prima del tracciante di rovescio in cross che paralizza il serbo (40-15). Un dritto in recupero di Nadal trova solo il corridoio (40-30) ma c’è ancora margine per la prima vincente e il pareggio.

Ore 17:25 – NADAL-DJOKOVIC 2-3 – Rafa recupera da 30-0 (un suo errore e un servizio vincente del serbo) costringendo Djokovic a tre back di rovescio difensivi (l’ultimo è lungo) e a un errore di dritto (30-30). Il numero due del seeding è coraggioso a mettere Nadal nell’angolo e chiudere il punto del 40-30, prima del servizio vincente finale.

Ore 17:19 – NADAL-DJOKOVIC 2-2 – Tre dritti sbagliati da Nole, uno da Nadal (40-15) ma gli occhi di Rafa adesso non sono più quelli smarriti dell’inizio e arriva un’altra prima vincente. Mi sbaglierò, ma penso che la partita abbia trovato nello spagnolo il suo padrone.

Ore 17:16 – NADAL-DJOKOVIC 1-2 – Contro-break immediato e il match si scalda. A Nole non bastano due servizi vincenti perché arrivano tre errori di dritto e il 30-40. Il break arriva con una buona dose di fortuna da parte dello spagnolo, che risponde in chop al servizio di Djokovic e la palla si ferma un attimo sul nastro prima di ricadere beffarda dalla parte del serbo. Il vento è cambiato di nuovo.

Ore 17:12 – NADAL-DJOKOVIC 0-2 – La risposta tra i piedi sorprende Nadal (0-15) che subito dopo mette lungo un dritto dopo la battuta (0-30). Nole però sbaglia un dritto comodo in un punto importante (15-30) ma si fa perdonare sia con la volee di dritto che gli assegna la palla-break (15-40) e sia con i dritti da fondo che costringono lo spagnolo all’errore per il break.

Ore 17:07 – NADAL-DJOKOVIC 0-1 – La tempesta di nome Novak è passata e adesso sta arrivando quella di nome Rafael. Subito un ottimo recupero dello spagnolo che va 15-30 con un passante di rovescio che trova impreparato il serbo. Ininfluente il dritto lunghissimo dello spagnolo (30-30) perché la palla-break si concretizza con un dritto vincente di rara violenza. Nole si salva con uno smash controllato sul quale Nadal mette lungo il dritto e poi conquista finalmente un game grazie a due prime vincenti.

3° SET: NADAL-DJOKOVIC 6-1

Ore 16:59- NADAL-DJOKOVIC 6-1 – Gioco a zero e Nadal rientra in partita. In pratica il serbo abbandona il campo e non risponde alle battute di Rafa, che chiude con un facile dritto e si gira verso il suo angolo facendo il pugnetto. Lo spettacolo è calato ma adesso lo scenario è completamente cambiato.

Ore 16:57 – NADAL-DJOKOVIC 5-1 – Brutta cosa per Djokovic pensare che il più sia fatto. Nadal è entrato in partita adesso e non so quando ne uscirà più. La prima vincente che vale il 15-0 è solo un’illusione; un dritto vincente di Nadal pareggia il conto, poi due errori serbi lo mandano a doppia palla-break (15-40). La prima è salvata dagli angoli trovati da Nole, che chiude con la volee alta; sulla seconda ancora un attacco ma il rovescio di Rafa finisce in rete (40-40). Ce n’è una terza, dopo che i recuperi dello spagnolo costringono nuovamente all’errore Nole. E’ la prima volta che si va ai vantaggi e il primo doppio fallo di Djokovic lancia in orbita Nadal.

Ore 16:50 – NADAL-DJOKOVIC 4-1 – Tre prime vincenti e un ace; si gioca poco e il pubblico spinge per la partita. Non conosco la quota di Nadal vittorioso in cinque, ma è chiaro che Nadal ci sta pensando e io punterei qualche sterlina.

Ore 16:46 – NADAL-DJOKOVIC 3-1 – Nole cerca di schiarirsi le idee lasciando di nuovo il cappellino sulla sedia dopo il cambio di campo ma i risultati non sono incoraggianti. Si parte subito con un brutto errore di dritto del serbo che finalmente mette a segno un punto (15-15) dopo sette consecutivi di Nadal. Con due servizi vincenti Nole va 40-15 poi si gioca per lo spettacolo con il lob di Nadal bloccato dallo smash controllato di Djokovic, un paio di palle corte e contro-corte e tentativo finale di palla sotto le gambe di Nadal che termina dalle parti del giudice di sedia.

Ore 16:42 – NADAL-DJOKOVIC 3-0 – La pausa di riflessione di Djokovic continua e Nadal ne approfitta. GTre servizi vincenti e un errore serbo per l’allungo dello spagnolo, che tre su cinque fa sempre paura.

Ore 16:40 – NADAL-DJOKOVIC 2-0 – Anche se il vero orso (Borg) è in tribuna, seduto al fianco di Newcombe, non è ancora ora di vendere la pelle del suo emulo sul campo (Nadal). Il campione in carica ha quattro quarti di nobiltà e piazza un dritto vincente nel primo punto (0-15), seguito da una risposta che pizzica la linea di fondo e fa steccare Djokovic (0-30). Nole rimedia con due servizi vincenti ma arriva la palla-break per Nadal (la prima del match) con l’errore di dritto del serbo. Sulla seconda Rafa risponde corto ma il serbo affossa in rete un rovescio comodo e cede la battuta. E’ il momento di Nadal di caricarsi a mille.

Ore 16:33 – NADAL-DJOKOVIC 1-0 – La stranezza è che Nadal fa punto solo quando lo scambio è cortissimo se non nullo. Una seconda e due prime trovano la risposta errata di Nole (40-0) ma nel quarto punto si entra nello scambio e Rafa mette lungo il dritto. Risposta terribile di Djokovic per il 40-30 ma Nadal se la cava con servizio e dritto all’incrocio delle righe.

2° SET: DJOKOVIC-NADAL 6-1

Ore 16:28 – NADAL-DJOKOVIC 1-6 – Dominio serbo. Si parte con l’ace e si finisce con il servizio vincente per il gioco a zero che chiude il secondo set. In mezzo un dritto a Nadal immobile e un altro servizio vincente. Lo spagnolo sembra impotente, nonostante la buona percentuale di prime palle in campo (81%).

Ore 16:26 – NADAL-DJOKOVIC 1-5 – Rafa non demorde e si aggrappa alla prima di servizio che gli regala primo e terzo quindici. In mezzo, una risposta micidiale del serbo, preludio al dritto micidiale sulla riga. Il 30-30 è frutto della pressione mentre la palla-break arriva dopo una combinazione perfetta del serbo: smorzata, lob sul rovescio di Rafa e, dopo la veronica, passante di dritto in cross. Altre accelerazioni serbe e Nadal nella fossa.

Ore 16:21 – NADAL-DJOKOVIC 1-4 – Il contro-break è servito. Djokovic parte con una comoda volee di dritto (15-0) ma si fa infilare da un passante di rovescio di controbalzo dello spagnolo, che punisce una volee presuntuosa di Nole. Niente paura. Il sesto ace (30-15), servizio e dritto in contropiede e un altro dritto portano il serbo a conservare inalterato il vantaggio.

Ore 16:16 – NADAL-DJOKOVIC 1-3 – Djokovic sorprende Nadal con la risposta nel primo punto ma lo spagnolo rimette le cose a posto con due ace consecutivi. Il 40-15 è uno smash a rimbalzo di Nole che fugge in larghezza e vanifica un suo bel dritto. Ancora il nastro aiuta Nadal nel passante di dritto che inganna Nole. Emorragia tamponata per il campione in carica.

Ore 16:12 – NADAL-DJOKOVIC 0-3 – Spettacolo nel Tempio. Djokovic apre e chiude con due ace un gioco magnifico. Nadal ci prova con un eccellente dritto vincente per il 15-15 ma il serbo sale in cattedra sia con la doppia volee del 30-15 e sia con un rovescio incrociato accompagnato da un urlo liberatorio per il 40-15.

Ore 16:07 – NADAL-DJOKOVIC 0-2 – Spunta il sole tra le nuvole e Djokovic si rimette il cappellino, con il quale era entrato sul centrale ma che aveva lasciato finora nella borsa. Un errore di Nadal, rimediato dal servizio vincente (15-15). Sulla seconda di Rafa, Nole piazza un dritto di risposta sulla linea e si va a doppia palla-break con un altro scambio duro vinto dal serbo. Il break arriva dopo un’incertezza di Nadal che a rete non riesce a chiudere e viene infilato in contropiede dal recupero di Djokovic.

Ore 16:02 – NADAL-DJOKOVIC 0-1 – Il campione in carica non ci sta e, complice un nastro fortunato nel secondo punto, si porta subito 0-30. Nole però lo fa correre da una parte all’altra del campo per il 15-30, poi il dritto tradisce ancora una volta lo spagnolo che azzarda il vincente e trova invece il corridoio (30-30). Strepitosa difesa di Djokovic che alza un pallonetto oltre il tetto, Nadal indietreggia e il suo smash finisce lungo (40-30). Poi servizio vincente e pericolo scampato per la testa di serie numero due.

1° SET: DJOKOVIC-NADAL 6-4

Ore 15:56 – NADAL-DJOKOVIC 4-6 – Se Rafa continua a servire così, per Djokovic non ce n’è. Altre due robuste prime e 30-0, ma non appena l’iberico mette la seconda si entra nello scambio e il serbo chiude con il dritto. Il 30-30 è una fotocopia, con Nole che stavolta risponde alla prima e dopo qualche scambio mette a segno il lungolinea di dritto. L’errore di dritto di Nadal vale la prima palla-set del match (30-40). Ancora una seconda e ancora un dritto fuori misura di Rafa, che consegna il primo set al rivale. Djoko si carica. Si finisce con 30 punti a 24 per il serbo.

Ore 15:50 – NADAL-DJOKOVIC 4-5 – Dopo una gran volee iniziale (15-0) e un rovescio in rete (15-15), Djokovic mette mano alla battuta e piazza tre vincenti, con un ace.

Ore 15:46 – NADAL-DJOKOVIC 4-4 – Solo prime per lo spagnolo, che sta viaggiando con percentuali incredibili. Djokovic non risponde alle prime due (30-0), lo fa nel terzo punto e Nadal sbaglia un dritto. Ancora servizio e dritto (40-15), poi Nole conquista un altro punto sullo scambio prolungato ma alla fine commette una sciocchezza su una smorzata che muore in rete.

Ore 15:42 – NADAL-DJOKOVIC 3-4 – Ancora dritti. In corridoio quello in recupero di Nadal, che lascia di stucco lo spagnolo quello lungo linea di Nole (30-0). Il serbo si avventura a rete e si offre al passante di dritto dello spagnolo (30-15) ma nel punto successivo si trasforma in geometra e disegna il campo come meglio non potrebbe e chiude con lo smash. L’ace finale benedisce il settimo gioco.

Ore 15:38 – NADAL-DJOKOVIC 3-3 – Anche il campione in carica si affida al serve-volley (15-0) ma viene raggiunto nel punto successivo da un attacco di Nole che piazza una volee non impossibile su cui lo spagnolo mette in rete il passante di rovescio. Servizio e dritto (30-15) di Rafa, che mette lungo di centimetri il dritto successivo (30-30). Nadal si mette al riparo dai guai con due servizi robusti, il secondo è un ace.

Ore 15:32 – NADAL-DJOKOVIC 2-3 – Altro gioco a zero. Ottima stop-volley del serbo nel primo punto, che rimedia a un attacco non impeccabile. Nole si esibisce in un dritto violentissimo sulla riga laterale e in un serve-volley che non si concretizza per la risposta in rete di Rafa. Infine, altro dritto che costringe all’errore Nadal.

Ore 15:29 – NADAL-DJOKOVIC 2-2 – Si parte con un dritto mal controllato di Djokovic, che finisce in corridoio (15-0). Ace e servizio vincente per il 40-0, poi ancora un errore (di rovescio) di Nole. Gioco a zero.

Ore 15:26 – NADAL-DJOKOVIC 1-2 – Per la terza volta dall’inizio del match, Nadal si fa largo col dritto lungolinea (0-15). Poi però sbaglia un paio di rovesci (il secondo in risposta). Tentativo mal riuscito di palla corta del serbo, che poi sbaglia il passante di rovescio (30-30). Djokovic vince un duro scambio da fondo, con errore di dritto di Nadal. Si finisce con il cross stretto di dritto del serbo, che induce all’errore Nadal (che era anche parzialmente scivolato durante lo scambio).

Ore 15:21 – NADAL-DJOKOVIC 1-1 – Nadal costringe due volte all’errore Djokovic e si porta 30-0. Il 40-0 arriva con una risposta sul nastro prima che Nole trovi il modo di sfondare la guardia dello spagnolo con tre colpi violentissimi. Rafa chiude con la combinazione servizio-dritto.

Ore 15:18 – NADAL-DJOKOVIC 0-1 – Non bastano a Rafa due dritti-paralisi in lungolinea. Il serbo risponde con un servizio vincente, un ace e due recuperi difensivi che costringono l’iberico a sbagliare di dritto. Buon inizio di partita.

Ore 15:02 – Dopo la tradizionale passeggiata nei meandri dell’All England Lawn Tennis Club, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno fatto il loro ingresso sul Centre Court di Wimbledon. Lo spagnolo non ha mollato per un attimo la racchetta con cui inizierà il match; il serbo indossa il solito cappellino con visiera. Il cielo è velato ma non c’è alcuna minaccia di pioggia. Quindi, tetto aperto. Il giudice di sedia è il brasiliano Carlos Bernardes. Inizia a servire il serbo.

Wimbledon (Inghilterra) – Rafael Nadal e Novak Djokovic, rispettivamente numero uno e due del mondo (posizioni che si scambieranno da domani), giocheranno oggi, a partire dalle 15, la finale della 125esima edizione del singolare maschile a Wimbledon.

Per lo spagnolo si tratta della quinta finale consecutiva ai Championships (ha perso nel 2006 e 2007, ha vinto nel 2008 e 2010 mentre nel 2009 non ha partecipato), per il serbo della prima in assoluto. Sarà anche la decima finale in carriera tra i due, con Rafa che si è aggiudicato le prime cinque e Nole le quattro successive (tutte nella stagione in corso).

Nei confronti diretti (16-11 per l’iberico) spicca il dato relativo ai match disputati nei tornei dello slam, in cui Djokovic ha sempre avuto la peggio (3 volte a Parigi, una a Wimbledon e New York, quest’ultima era la finale). Dopo averne sofferto per anni la maggior regolarità nell’impostazione degli scambi, ed averlo battuto solo quattro volte (una per ciascuno dei Masters 1000 sul cemento americano), pare che da metà del 2009 Djokovic abbia trovato le giuste contromisure al gioco di Nadal e l’ha fatto andando a sfidarlo sul proprio terreno.

Grazie a una condizione fisica notevolmente migliorata, Nole è diventato un difensore simile, se non uguale, allo spagnolo e, colmato il gap, ha poi fatto valere in diverse occasioni la maggior penetrazione dei suoi colpi. Nadal resta però il favorito della sfida odierna, in quanto sembra più convinto e determinato del suo avversario, oltre che più abituato a sopportare la pressione di avvenimenti di tale portata.

Noi, che facciamo il tifo per la partita e lo spettacolo, proveremo a trasmettervi le nostre emozioni dal Centre Court con la diretta live dell’avvenimento. Una certezza: anche qualora dovesse piovere, si giocherà grazie al tetto. Appuntamento dunque alle 15, su questo sito.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.