GIORGI CORRE FELICE SUL PRATO

Splendida vittoria di Camila che, domanda la gigante Petrova per 63 76 (era sotto 5-1 nel secondo set) approda agli ottavi di finale dei Championships

Be Sociable, Share!

Wimbledon (Londra) – Continua al meglio la corsa della nostra Camila Giorgi a Wimbledon. La 20 enne italo argentina, al suo secondo slam londinese in carriera, impressiona per gioco e carattere, finendo per far fuori l’esperta Nadia Petrova, n.20 del mondo, con il punteggio di 6-3 7-6. Dopo un primo set molto solido e sicuro, la qualificata marchigiana, n.145, va in affanno nel secondo, dove finisce sotto per 5-1. Ma dopo 3 palle set annullate e una rimonta straordinaria, l’azzurra trascina il match al tiè-break e fa sua l’intera posta. Adesso la sfida senza nulla da perdere contro Agnieszka Radwanska. In doppio successi per Vinci/Errani e Pennetta/Schiavone

Camila domina. Nella brevissima carriera di Camila Giorgi sul circuito maggiore, il nome di Nadia Petrova è ricorrente e porta decisamente bene, visto che quello odierno è il 2° confronto diretto contro la russa dopo quello vinto dall’azzurra 6-4 6-2 a Memphis pochi mesi fa. Un precedente che mette a proprio agio la marchigiana, spavalda sin dall’inizio e senza alcun timore reverenziale. Il suo gioco potente e molto anticipato mette in ansia la 30 enne di Mosca, che nel secondo gioco salva a fatica 3 palle break. L’allungo però è solo rimandato, e nel 4° gioco Camila sfonda in risposta il muro avversario, issandosi sul 3-1. Il servizio poi apre il campo all’azzurra, che comanda il gioco con accelerazioni sia di dritto che di rovescio. Camila capitalizza il break senza affanni, passando dal 4-1 al 5-2, prima di incassare il 6-3 finale alla terza occasione.

Rimonta vincente. Nel secondo set il tema tattico della partita prende una brutta piega per l’azzurra, che tende ad anticipare i tempi divenendo di fatto troppo fallosa. La Petrova calibra meglio i propri colpi, aiutata da un servizio più continuo. Camila fatica a reggere, ritrovandosi sotto di un break nel 4° gioco. La russa resta compatta e solida, annulla una palla del controbreak nel 5° gioco, prima di involarsi a servire sul 5-1. Sembra finita, ma con l’umiltà dei forti, e senza alcuna pressione, la Giorgi ritrova le sensazioni del primo parziale, alimentando una certa paura nei confronti della Petrova, che si materializza quando l’azzurra annulla 3 palle set dal 15-40 che avvicina la marchigiana sul 3-5. Il braccio della russa trema ancora quando è chiamata per la seconda volta a servire per il set, innalzando inevitabilmente le quotazioni della Giorgi. L’azzurra torna in scia sul 4-5 e poi impatta sul 5-5, fulminando la sua avversaria con un vincente di dritto micidiale, (25 totali). Nadia si lecca le ferite riportandosi avanti sul 6-5, ma Camila non si lascia sfuggire l’occasione di giocarsi tutto al tiè-break. Qui la russa parte meglio staccandosi sul 5-3, prima dell’ennesima rimonta della Giorgi, brava cercarsi il punto con grande determinazione, ritrovandosi spesso anche a rete. Il soprasso azzurro sul 6-5 è l’anticamera del successo, visto che Camila chiude 8 punti a 6 alla seconda occasione dopo 1 ora e 36 minuti. Adesso per la Giorgi nessun sogno è precluso, anche se al prossimo turno arriva la n.3 del mondo Agnieszka Radwanska.

Doppi azzurri. La bella giornata azzurra continua anche nel doppio femminile con i successi al 2° turno di entrambe le nostre due coppie in gara.

Ecco in dettaglio i risultati:

(2) Errani/Vinci (ITA/ITA) d. McHale/Paszek (USA/AUT) 61 63
Pennetta/Schiavone (ITA/ITA) d. (3) Peschke/Srebotnik (CZE/SLO) 63 46 61

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.