CAMILA: PROVA DI CARATTERE

“Sono scesa in campo un po’ nervosa e quindi non ho giocato benissimo, commettendo anche più errori del solito. Sono comunque contenta di aver raggiunto gli ottavi di finale e di aver rimesso in piedi la partita nonostante le difficoltà”

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Prosegue la magia di Camila Giorgi a Wimbledon. La giovane italiana si è imposta per la seconda volta consecutiva in carriera su Nadia Petrova, realizzando una rimonta da cineteca. Sotto 5-1 nel secondo set, Camila ha trovato la forza per ribaltare la situazione e chiudere la partita in due set al tie-break.

E’ stata più difficile degli altri giorni – ha ammesso la Giorgi – sono scesa in campo un po’ nervosa e quindi non ho giocato benissimo, commettendo anche più errori del solito. Sono comunque contenta di aver raggiunto gli ottavi di finale e di aver rimesso in piedi la partita nonostante le difficoltà. Le gambe all’inizio non si muovevano come al solito e quindi ho fatto più fatica, mi sentivo un po’ legata, anche se il primo set l’ho vinto abbastanza agevolmente”.

L’emozione ha sicuramente giocato un ruolo particolare nella giornata odierna, tanto che Camila è quasi scappata dal campo una volta messo a segno il risultato, ‘dimenticandosi’  quasi di salutare il pubblico, per il quale però ha avuto parole di ringraziamento: “Il pubblico è stato meraviglioso oggi, mi ha davvero aiutato molto nei momenti difficili. Anche quando ero sotto 5-1 non ho mai mollato: non mi sono fermata a riflettere sul punteggio, ma ho cercato di seguire l’istinto e di fare il mio gioco e di mettere in campo il massimo dell’aggressività, nonostante un vento capriccioso“.

Emozionata si, ma anche ferma nello stesso momento: una delle qualità di Camila è proprio quella di non lasciar trasparire le proprie emozioni, anche quando la situazione in campo diventa stressante: “Io sono una persona tranquilla e difficilmente perdo la pazienza. Ancora di più in campo cerco di mantenere intatto il mio equilibrio, anche perché se lasciassi trasparire le emozioni potrebbero influire negativamente sul gioco. Una delle cose più importanti in campo è sicuramente quella di mantenere un’attitudine costante nel corso del match“.

Una vittoria importante per la Giorgi quella di oggi, sia dal punto di vista sportivo, sia privato: “Ho voluto dedicare questa vittoria alla mia famiglia: a mio padre che mi è sempre vicino e a mia madre che, con i miei fratelli, mi segue da casa. La cosa che mi rende più orgogliosa in questo momento è che con questo successo migliorerò notevolmente il Ranking“.

Tra gli spettatori presenti in tribuna, Camila oggi ha avuto l’onore di avere un ospite d’eccezione che silenziosamente ne ha seguito le gesta contro la Petrova. Una visita di certo inattesa, ma che ha fatto piacere alla giovane italiana: “No non sapevo ci fosse Venus Williams e, anche se non seguo il tennis femminile, è chiaro che mi fa piacere che mi sia venuta a vedere, penso sia un bel gesto“.

Al prossimo turno la Giorgi si troverà la numero 3 del mondo Agnieska Radwanska, ma nonostante l’incremento di notorietà che Wimbledon sta regalando alla ventenne italiana, lei preferisce mantenere un profilo basso, almeno fuori dal campo, lasciando parlare semplicemente il suo tennis: “Sarà una bella partita quella contro la Radwanska, mio papà me l’aveva predetto a inizio torneo e sono molto contenta. Sono felice di questa esperienza, ma spero che niente cambi. Mi ritengo una persona riservata e mi piace concentrarmi esclusivamente sul mio lavoro, rimanendo lontana da occhi indiscreti. Non sarà facile anche perché so che questa esperienza mi porterà lontano, visto che le capacità per arrivarci non mi mancano“.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.