BOLELLI FORTUNATO MA TENACE

Simone porta a casa un ottimo primo turno contro l’austriaco Martin Fischer, proiettandosi positivamente per la sfida contro Stanislas Wawrinka

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Un po’ di fortuna non guasta, ma poi deve essere il gioco in campo a parlare. Simone Bolelli per la seconda volta consecutiva, dopo Parigi, è riuscito ad entrare nel tabellone principale di uno Slam da Lucky Loser, portando poi a casa senza problemi il match di primo turno.

Nel prossimo turno ad attenderlo troverà Wawrinka, giustiziere oggi dell’altro azzurro Potito Starace, ma il toscano pensa di avere le armi giuste per impensierire lo svizzero: “Sto recuperando un po’ della sfortuna subita in passato: sapevo che c’erano molte possibilità di tornare in gioco perché molti giocatori non sono al massimo della forma ed ho saputo sfruttare la mia occasione. Ho giocato le quali ed ho perso all’ultimo turno, da un giovane francese molto bravo, specie al servizio. La partita lunga è stata lunga, nervosa, spezzetata a causa della pioggia, un’agonia insomma. Sono contento oggi perché come Lucky Loser ho avuto la chance di fare un’altra partita e anche il sorteggio mi ha aiutato. Penso di aver giocato un buon  match oggi, anche perché per me non era facile, visto che l’ultima partita delle quali mi aveva portato via energie mentali. Oggi ci sono stati momenti difficili, però sono riuscito a vincere in tre set e sono molto soddisfatto”

Cosa pensi di Wawrinka, tuo prossimo avversario?

Stanislas è un ottimo giocatore, ma qui se servi bene hai già un grande vantaggio. Sicuramente sarà un incontro non semplice, contro un grandissimo giocatore, l’erba però qui è molto più lenta rispetto a quella delle quali e anche da fondo si palleggia abbastanza bene, la risposta potrebbe essere il punto critico. Sicuro parte avvantaggiato lui, ma io cercherò di fare il mio gioco e poi vedremo.

Quale tattica pensi di adottare?

Con Wawrinka cercherò soprattutto di giocarmela sul dritto, che è il colpo con cui mi trovo meglio e credo di averlo ritrovato. Mi dovrò difendere dal suo rovescio. Cercherò di guidare lo scambio, per trarne vantaggio. Io che mi sposto con il dritto, sicuramente dovrò fare più attenzione al suo rovescio lungo linea.

Come ti trovi qui? Quali sono le differenze le rispetto alle quali se le hai notate…

Questa come erba è lenta, i campi sono buoni, la palla rimbalza bene e mi piace.  L’erba alle quali è più veloce, la cura della superficie meno perfetta, qui è più facile anche adattarsi. Certamente il fatto di avere più partite alle spalle  mi ha dato più fiducia. Forse dovrei osare di più il serve and volley, anche se non è il mio colpo preferito.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.