LA SETTIMA DI ROGER

Federer fuga ogni dubbio sul suo posto nella Storia del Tennis. Il fenomeno di Basilea batte Murray in 4 set e vince per la settima volta in carriera lo Slam londinese. Solo Sampras c’era riuscito. Ma all’americano mancano tantissimi altri record abbattuti dal Re elvetico

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Ennesimo record di una straordinaria carriera per Roger Federer. Lo svizzero supera in 4 set (4-6 7-5 6-3 6-4) Andy Murray nella finale di Wimbledon, e raggiunge Pete Sampras come numero di titoli ai Championships (7). L’elvetico da domani tornerà anche il numero 1 del mondo, eguagliando un altro record del tennista americano, con 286 settimane il vetta al ranking Atp. Tra due settimane, però, ha già la certezza del fatto che riuscirà a superare questo record, perché nessuno avrà la possibilità di superarlo entro 7 giorni.

Per Murray è la quarta finale Slam persa in altrettante giocate, anche se oggi è riuscito per la prima volta a vincere un set. Una buona prestazione non è però bastata allo scozzese per interrompere un digiuno di 78 anni dei tennisti britannici ai Championships.

Tra due settimane, in ogni caso, si tornerà su questi campi per le Olimpiadi, dove i due protagonisti di questa finale giocheranno ancora per vincere.

Di seguito la cronaca della finale.

19:14 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 6-4. Gioco, partita, incotro e settimo titolo a Wimbledon per Federer. Lo svizzero non trema, e con un ace si procura due match-point. Sul primo è bravo Murray a rispondere profondo, ma sul secondo il passante di Murray termina in corridoio, e permette a Re Roger di trionfare per l’ennesima volta.

19:10 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 5-4 – Il numero 4 del mondo resta in vita dopo essere stato a due punti dalla sconfitta in due occasioni sul 40-40. Federer servirà per i Championships dopo il cambio di campo.

19:04 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 5-3. Lo svizzero è a un solo game dal settimo trionfo a Wimbledon. Tiene il servizio a 30, e manda Murray a servire per restare nel match.

19:00 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 4-3. Il tennista britannico accorcia le distanze tenendo la battuta a 30.

18:56 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 4-2. Grande occasione non sfruttata da Murray. Lo scozzese può giocare un facile passante sul 15-30, che se messo a segno gli regalerebbe due palle-break. Andy però mette lungo di pochi centimetri il dritto, e Federer non perdona, conquistando anche i successivi due punti, e di conseguenza allungando sul 4-2 in questo quarto set.

18:52 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 3-2. Break di Federer. Sul 15-15 pari lo scozzese mette un dritto in corridoio, e lo svizzero non spreca l’occasione per salire 15-40. Sulla palla-break trova un gran passante di rovescio, che Murray può solo osservare mentre lo scavalca e regala al rivale l’allungo che potrebbe essere decisivo per l’esito dei Championships.

18:48 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 2-2. Nessun problema per l’elvetico al servizio. Non concede alcun punto e va sul 2-2.

18:45 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 1-2. Due aces e un doppio fallo per Murray, che tiene la battuta a 30 e torna avanti nel quarto parziale.

18:41 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 1-1. Annulla una palla-break Federer, che pareggia il conto nel quarto set sul punteggio di 1-1.

18:36 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3 0-1. Il primo gioco del quarto set offre al pubblico buone giocate da parte di entrambi i protagonisti. Ottimo il chip and charge di Roger sul 40-15, chiuso con una buona volée di rovescio. Buona anche la volée di rovescio che permette a Murray di partire in testa nella quarta frazione.

18:30 – Federer-Murray 4-6 7-5 6-3. E’ un ace a consegnare al sei volte campione di Wimbledon il terzo set. Lo svizzero è praticamente ingiocabile al servizio dall’inizio del secondo parziale, e avanti per 2 set a 1 è ormai a un passo dal settimo sigillo londinese.

18:27 – Federer-Murray 4-6 7-5 5-3. Chiude il turno di battuta con un ace esterno da sinistra lo scozzese, che rischia qualcosa, facendosi riavvicinare dal 40-0 al 40-30.

18:22 – Federer-Murray 4-6 7-5 5-2. Conferma il break lo svizzero, che sfrutta due errori dello scozzese per vincere gli ultimi due punti del game, salvandosi dal 30-30.

18:19 – Federer-Murray 4-6 7-5 4-2. Game interminabile. Servono quasi 20 minuti e 6 palle-break a Federer, per operare l’allungo che potrebbe rivelarsi decisivo. Colpo che potrebbe essere molto duro per Murray, che era avanti 40-0, ma non è stato capace di tenere la battuta.

17: 58 – Federer-Murray 4-6 7-5 3-2. Nono turno di battuta consecutivo senza subire alcun break per Federer, che sale 3-2 nel terzo set.

17:56 – Federer-Murray 4-6 7-5 2-2. Due prime vincenti e un ace per Andy Murray nel suo primo turno di battuta dal rientro. Da segnalare una magia di Roger nel terzo punto del game: una palla corta di dritto giocata dalla parte sinistra del campo verso il rovescio del rivale, con effetto ad uscire, praticamente imprendibile. Tutto inutile, però, perché lo scozzese pareggia il conto sul 2-2.

17:52 – Federer-Murray 4-6 7-5 2-1. Si riparte, e Federer, con una prima vincente, chiude il terzo gioco del terzo parziale.

17:13 – Federer-Murray 4-6 7-5 1-1, 40-0. Il match viene sospeso per la pioggia.

17:11 – Federer-Murray 4-6 7-5 1-1. Pareggia i conti senza troppi problemi lo scozzese, che cede due punti per tenere il servizio.

17:07 – Federer-Murray 4-6 7-5 1-0. Inizia il terzo set nel migliore dei modi lo svizzero, che tiene a 15 la battuta e si porta in vantaggio.

17:02 – Federer-Murray 4-6 7-5. Game pazzesco di Federer. Stop volley di dritto incredibile sul 30-30, dopo aver recuperato dal 30-0. Sul set-point altra magia, con l’attacco di rovescio, e una nuova volée imprendibile con il taglio verso l’esterno. Il secondo parziale va allo svizzero. Tutto da rifare per il britannico.

16:56 – Federer-Murray 4-6 6-5. Altalena di emozioni. Doppio fallo di Roger sul 30-15, seguito da un ace. Poi un nastro vincente riporta lo scozzese in parità, ma i due punti successivi vanno allo svizzero, che sale 6-5.

16:51 – Federer-Murray 4-6 5-5. Gran game di Murray, che chiude con il serve-and-volley, e manda Federer a servire sul 5-5.

16:48 – Federer-Murray 4-6 5-4. Si salva Federer, che concede due palle-break, ma riesce comunque a salire 5-4. Murray servirà per rimanere nel set dopo il cambio di campo.

16:41 – Federer-Murray 4-6 4-4. Questa volta cede un punto al servizio lo scozzese, ma la sostanza è la stessa. Sul 4-4 si ripropone la stessa situazione del primo parziale.

16:37 – Federer-Murray 4-6 4-3. Prima di servizio vincente, schiaffo al volo di dritto, serve-and-volley, smash vincente. Tutto facile per Roger, che tiene il servizio a zero per la seconda volta nel set.

16:35 – Federer-Murray 4-6 3-3. Primo turno di servizio tenuto a zero per Murray. E’ 3-3.

16:32 – Federer-Murray 4-6 3-2. Game di altissimo livello. Murray gioca una gran volée di rovescio, poi infila il rivale con il passante di dritto, poi ancora attacca in controtempo e chiude con la volée di dritto. Sul 15-40 ha quindi due palle-break, ma Federer infila una serie di quattro punti consecutivi e tiene il servizio.

16:26 – Federer-Murray 4-6 2-2. Secondo parziale che per il momento non decolla. Turno di battuta molto agevole per Murray, nonostante un gran punto vinto dallo svizzero, che trova un angolo strettissimo con il dritto a sventaglio.

16:23 – Federer-Murray 4-6 2-1. Nessun problema per Federer, che in questo avvio di secondo set sembra riuscire ad annullare la risposta al servizio del rivale.

16:20 – Federer-Murray 4-6 1-1. Lo scozzese soffre, ma tiene il servizio. Salva una palla-break, e alla terza occasione impatta il rivale sull’1-1.

16:10 – Federer-Murray 4-6 1-0. Ottimo avvio di secondo set per Roger, che tiene per la prima volta la battuta a zero, con una prima vincente e un ace da sinistra.

16:07 – Federer-Murray 4-6. Non trema Murray, che gioca il miglior turno di battuta della sua partita proprio al momento di chiudere. E’ una prima di servizio vincente a regalargli il primo set della carriera in una finale Major.

16:02 – Federer-Murray 4-5. Sembrava che il set fosse girato dalla parte di Federer, che dopo aver recuperato da 0-2 in avvio, aveva avuto la palla del 5-3 nell’ottavo game. E invece arriva il break di Murray, che può ora andare a servire per il set dopo il cambio di campo.

15:59 – Federer-Murray 4-4. Altro game lunghissimo, nel quale Murray salva due palle-break, giocando in maniera molto propositiva.

15:45 – Federer-Murray 4-3. Primo turno di servizio facile della partita per Federer. Lo svizzero sale 4-3, e lo scozzese è ora costretto a tenere la battuta, se non vuole compromettere la prima frazione.

15:43 – Federer-Murray 3-3. Murray si fa ancora recuperare da 40-15, ma questa volta riesce a tenere la battuta, per il 3-3.

15:37 – Federer-Murray 3-2. Federer completa la rimonta al termine di un altro game spettacolare, terminato ancora ai vantaggi.

15:30 – Federer-Murray 2-2. Contro-break di Re Roger, che recupera da 40-15, gioca un super rovescio lungo linea per arrivare alla palla-break, e impatta il rivale sul 2-2.

15:22 – Federer-Murray 1-2. Ancora qualche difficoltà per l’elvetico, che è costretto ai vantaggi, ma chiude molto bene il game con un bel dritto lungo linea in contropiede che costringe Murray a difendersi in back. Facile il dritto successivo di Federer, che gli consegna il primo gioco della sua partita.

15:18 – Federer-Murray 0-2. Lo scozzese recupera da 15-30 e tiene il primo turno di battuta della sua partita, confermando il break di vantaggio.

15:13 – Federer-Murray 0-1. Incredibile avvio della finale. Lo svizzero commette molti errori, si fa recuperare dal 30-15 e subisce il break.

15:11 – Il primo punto del match va allo scozzese, per la soddisfazione di quasi tutto il pubblico presente.

15:00 – Un lungo applauso accoglie l’ingresso in campo dei due protagonisti. Il cielo è nuvoloso, ma si inizia ugualmente con il tetto del Centrale aperto.

Roger Federer contro Andy Murray, finale di Wimbledon 2012. Si contenderanno il titolo più ambito dell’anno due giocatori che per motivi diversi hanno grande interesse nel centrare il successo nel secondo Major dell’anno.

Lo svizzero vincendo tornerebbe al numero 1 del mondo, eguagliando momentaneamente il record di settimane al vertice del ranking, appartenente in questo momento a Pete Sampras. In tal caso, tra due settimane riuscirebbe anche a batterlo, poiché nessuno avrà la possibilità di superarlo entro quel termine. Inoltre per Re Roger sarebbe il settimo titolo londinese, che gli permetterebbe di eguagliare un altro record di Pistol Pete.

Lo scozzese, vincendo, interromperebbe invece un digiuno di successi dei tennisti britannici a Championships che è addirittura lungo 76 anni. Nel 1936 Fred Perry fu infatti l’ultimo giocatore del Regno Unito capace di imporsi a Wimbledon.

I precedenti vedono Murray avanti per 8-7. I due non si sono mai affrontati sull’erba.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.