SHARAPOVA DOMATA DALLA LISICKI

Una strepitosa Sabine doma la numero uno del mondo per 6-4 6-3 e approda nei quarti a Wimbledon. Serena cede un set alla Shvedova. Clijsters eliminata dalla Kerber

Be Sociable, Share!

Wimbledon – Cade la prima grande favorita nel tabellone femminile, e che favorita! Esce di scena la numero uno mondiale Maria Sharapova, che negli ottavi si inchina a Sabine Lisicki in due set: 6-4 6-3. Prestazione maiuscola della giocatrice tedesca, che ha martellato in modo incessante una Masha oggi sottotono e che ha quasi sempre patito la personalità dirompente della sua avversaria. La bionda di Troisdorf parte subito forte portandosi avanti di un break: in realtà, tenere la battuta nel primo parziale sarà quasi un’impresa per entrambe (saranno 5 i break alla fine del parziale). Indietro 5-2, la bella siberiana è riuscita a contenere la furia agonistica di Sabine e nel gioco successivo ha messo a nudo i limiti della sua avversaria sulla seconda di servizio (4/13 nel primo set). Quando però è il momento di acciuffare la Lisicki, Masha perde la battuta a causa di due splendide risposte della tedesca che le valgono il game e il set: 6-4. Il secondo parziale è andato via sulla falsariga del secondo, con la Lisicki che è volata rapida sul 3-0; a quel punto, le è stato sufficiente tenere i propri turni di battuta per realizzare l’impresa, suggellata con un ace di seconda al terzo match point. Per Sabine si tratta del primo successo sulla Sharapova in quattro sfide: la numero 15 Wta si conferma tra le migliori giocatrici su erba, prova ne è che per il 3° anno consecutivo si presenta nei quarti ai Championships. Maria, che ha pagato un rendimento insuffciente alla battuta (56% di punti con la prima, 47% con la seconda, 4 doppi falli), potrebbe pagare caro questa sconfitta: in caso di successo odierno della Azarenka, la russa perderà il primo posto nel ranking conquistato solo 3 settimane fa. 

Ad attendere la Lisicki nei quarti sarà la connazionale Angelique Kerber, per un derby teutonico aperto a ogni pronostico. La mancina di Brema, probabilmente la tennista che ha fatto i maggiori progressi nel 2012 (già 44 vittorie stagionali), ha messo fino a quello che con ogni probabilità sarà stato l’ultimo Wimbledon di Kim Clijsters. La fuoriclasse belga ha preso una sonora stesa dalla tedesca, vittoriosa con un periodico 6-1. Match a senso unico, dominato in lungo e in largo da una Kerber solidissima (appena 5 errori, a fronte di 19 vincenti) e impenetrabile al servizio (77% di prime, 81% di punti con la prima, 75% di punti con la seconda, zero palle break concesse). Per Angelique si tratta del suo miglior piazzamento a Wimbledon. Ha sofferto non poco Serena Wimbledon, costretta a cedere un set all’arrembante Yaroslava Shvedova, colei che nel turno precedente aveva inflitto il conclamato “golden set” alla nostra Sara Errani. Dopo un primo set giocato ai limiti della perfezione (a due punti dal bagel), la statunitense si è inceppata subendo il ritorno della kazaka che dal 2-2 del 2° set ha inanellato ben 4 giochi consecutivi. Nel terzo set la Shvedova è rimasta aggrappata a Serena fino al 5-6, quando un’accelerazione col rovescio lungolinea consegna alla Williams i quarti. Match equilibrato e ben giocato da parte di entrambe.

Singles – Fourth Round
(15) Sabine Lisicki (GER) d. (1) Maria Sharapova (RUS) 64 63
(3) Agnieszka Radwanska (POL) d. (Q) Camila Giorgi (ITA) 62 63
(4) Petra Kvitova (CZE) d. (24) Francesca Schiavone (ITA) 46 75 61
(6) Serena Williams (USA) d. (WC) Yaroslava Shvedova (KAZ) 61 26 75
(8) Angelique Kerber (GER) d. Kim Clijsters (BEL) 61 61
Tamira Paszek (AUT) d. (21) Roberta Vinci (ITA) 62 62

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.