MURRAY SCHIACCIASASSI

Lo scozzese lascia le briciole a Gilles Simon e approda in scioltezza agli ottavi di finale, dove affronterà il vincente di Malisse-Querrey. Avanti in tre set Tsonga, Mathieu fa fuori De Bakker

Be Sociable, Share!

Wimbledon. Nel match conclusivo del “cartello” del Centre Court, nessun problema per l’idolo di casa Andy Murray (4), che in tre partite si è sbarazzato del francese Gilles Simon, testa di serie numero 26 del tabellone. Il tennista scozzese si è imposto con il punteggio di 6-1 6-4 6-4, chiudendo la sfida in 1 ora e 50 minuti, senza mai perdere il servizio ne concedere palle break al proprio avversario. Agli ottavi di finale Murray se la vedrà in un match non semplice con il vincitore della sfida fra lo statunitense Sam Querrey (18) e il belga Xavier Malisse, non compreso tra le teste di serie ma sempre al top della condizone nella “fetta” di stagione sull’erba.

Colpo Mathieu, bene Tsonga. Bella vittoria per il francese Paul Henri Mathieu, che dopo lo scalpo di Mikhail Youzhny sembra aver acquisito fiducia nel suo tennis, tanto da essere tornato a vincere tre incontri consecutivi, cosa che non accadeva da circa un anno. Il transalpino si è imposto con il punteggio di 7-6 7-6 6-7 6-4 sull’emergente olandese Thiemo De Bakker, ed è ora atteso da Rafael Nadal. Accede agli ottavi di finale anche Jo-Wilfried Tsonga, che ha sconfitto in tre set (6-1 6-4 7-6) la sorpresa Kamke. L’unico momento di difficoltà per JWT è stato nel dodicesimo gioco del terzo parziale, quando è stato costretto a cancellare due set-point al rivale prima di guadagnare il tie-break, chiuso agevolmente per 7-1. Per lui ora, il derby francese con Julien Benneteau, giustiziere del nostro Fabio Fognini, che gli aprirà quasi sicuramente la porta per i quarti di finale.

Britannici indigesti. Qualche giorno fa avevamo messo in evidenza l’esordio nel primo turno del tabellone di doppio della coppia numero uno del mondo, composta da Nenad Zimonjic e Daniel Nestor, che avevano sofferto moltissimo contro il duo britannico Murray/Marray, imponendosi “solo” per 15-13 al quinto set. La coppia serbo-canadese ha confermato oggi di soffrire particolarmente le coppie locali, e a sorpresa si è arresa a Inglot/Eaton, un team collaudato ma senza troppe ambizioni, formato da due giocatori che militano quasi esclusivamente nei tornei Futures. Anche oggi la sfida è stata ampiamente combattuta, con il duo d’oltremanica che si è imposto per 7-5 5-7 7-6 6-7 8-6.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.