PENNETTA: FINE DELLA CORSA

Flavia Pennetta ha perso una partita lunga e difficile contro la francese Marion Bartoli, che l’ha battuta sul fil di lana per 9/7 al terzo set

Be Sociable, Share!

Londra (Regno Unito) – Torna a casa la brindisina Flavia Pennetta, che dopo oltre tre ore di gioco e di thrilling è stata rispedita a casa dalla francese Marion Bartoli con il punteggio di 5-7, 6-4, 9-7.

Avvio del match era stato piuttosto regolare , almeno fino al quarto gioco quando la francese si è portata avanti sino al 15-40, mettendo paura alla tennista italiana.

Flavia tuttavia ha però reagito prontamente mettendo a segno due ace di fila e riportando la situazione in parità. Questo però non è bastato a pareggiare i conti e l’azzurra è stata costretta a lottare fino in fondo per salvare il game, prima con una palla corta , poi con un rovescio lungo linea ed infine con un ace. Lo scambio è diventato poi un gioco infinito, in cui nessuna delle due sembrava capace di risolvere il bandolo della matassa, tra errori non forzati e vincenti messi a segno.

Alla fine ci sono voluti oltre 10 minuti di gioco e due vincenti di Flavia per pareggiare i conti sul 2 a 2 e passare al capitolo successivo. La tensione anche nel proseguimento è rimasta comunque alta, con le due giocatrici che non si sono lasciate spazi ed hanno cercato vincenti lungo tutti gli angoli del campo.

Una palla finita a rete della Bartoli ha regalato poi alla Pennetta la possibilità di un break point, giunto prontamente sulla seconda risposta della francese finita di poco oltre la linea di fondo campo. Il vantaggio ha portato con se un doppio risultato, sicuramente un passo in avanti per la Pennetta , che nel mentre è salita di livello diventando più penetrante, e dall’altro ha ben innervosito la Bartoli che ha iniziato a sbagliare maggiormente le risposte per un facile 4-2 a favore della brindisina.

Tra la caparbietà della francese, e un po’ di sfortuna per Flavia (con un paio di palle finite sul nastro), la situazione è poi tornata  in equilibrio sul 4-4. Lo sguardo della francese era di quelli che non perdonano, ma Flavia rimanendo calma e variando maggiormente il gioco, con palle che sono state dirette nelle varie aree del campo, è riuscita a realizzare subito il controbreak, trovandosi così tra le mani la possibilità di servire per il primo set.

L’appuntamento con il set è però rimandato al round successivo, visto che la Bartoli non mostrando alcuna  intenzione di arrendersi, nell’occasione ha effettuato un ulteriore break, tuttavia una Pennetta d’attacco ha subito risposto mettendo a segno un ulteriore controbreak.

La situazione è sembrata complicarsi anche nell’ultimo game, con la Bartoli che si era portata avanti sino allo 0-40, ma mantenendo i nervi saldi Flavia ha risalito la china e chiuso a suo vantaggio il primo set 7-5.

Anche l’avvio del secondo set è proseguito con gli stessi ritmi, con la francese che ha cercato costantemente il break, nervosa e stizzita con il pubblico. Ma la rottura è stata alla fine firmata dall’italiana che, dopo un altro game “consumato” ai vantaggi, si è portata avanti 3-2 nel secondo set.

La Bartoli ha recuperato subito lo svantaggio, mantenendo il turno successivo di battuta: la partita di per sé è stata molto nervosa ma in qualche modo equilibrata, con le percentuali delle due giocatrici che si sono quasi equivalse, con la prima di servizio della francese leggermente più incisiva di quella dell’italiana (56% vs 51%).

Alla fine il break decisivo è arrivato proprio nel decimo gioco, quando recuperando lo svantaggio iniziale la Bartoli ha portato a casa il servizio della Pennetta chiudendo così la second frazione 6-4 a suo vantaggio.

L’ultimo e decisivo set di apre a vantaggio della Pennetta che nel terzo gioco brekka la Bartoli per portarsi sul 2-1. Il match è un continuo sali/scendi tra break e contro break, l’ultimo conquistato da Flavia per il 4-3.

La brindisina è poi riuscita a mantenere il proprio servizio salendo sul 5-3. La chiusura del match sembrava essere a portata di mano per l’italiana, ma l’epilogo della partita tra la Pennetta è la Bartoli è stato un qualcosa di decisamente lungo e cinematograficamente drammatico, con opportunità perse e sprecate ambo le parti.

Il massimo della drammaticità è stato vissuto sul 14esimo gioco, quando la Bartoli si è trovata più volte con la palla per chiudere il match a portata di mano: dieci minuti vissuti sul filo della tensione, con sguardi e urla da thrilling.

Una palla finita in rete ha tolto poi l’opportunità di un break importantissimo alla Pennetta, sconsolata la brindisina è caduta ginocchia a terra per cercare di riprendere forza, coraggio e idee in vista del game successivo. Il vento è però poi girato però dalla parte contraria e infine un doppio fallo finale della brindisina  ha regalato  vittoria e il passaggio del turno alla francese dopo oltre 3 ore di gioco.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.