Articoli marcati con tag ‘Venus Williams’


UN VOTO PER TUTTE!

Con il quinto trionfo di Serena Williams è calato il sipario sul torneo femminile. Come di consueto, assegniamo le pagelle ad alcune delle protagoniste sui prati dell’All England Lawn Tennis Club: ecco a voi promosse, rivelazioni e bocciate

DEBACLE PER VENUS

Prima sorpresa a Wimbledon, dove la Vesnina asfalta la cinque volte campionessa ai Championships. La Sharapova regola la Rodionova. Alla Clijsters il match-clou con la Jankovic. Nessun problema per Stosur, Radwanska, Lisicki e Li

PETRA, MARIA E LE ALTRE

Sorprese, conferme e delusioni del singolare femminile di Wimbledon 2011

ANALISI DI UN TORNEO

Dopo un inizio “al rallentatore”, Wimbledon ora corre velocemente verso il giudizio finale. Ecco una review di quel che è stato, e una previsione di quel che sarà secondo il giornalista britannico Barry Flatman

VENUS E SERENA KO

Le sorelle Williams abdicano malamente, lasciando ad altre il loro giardino. Serena viene sconfitta da Marion Bartoli 6-3 7-6, mentre Venus crolla nuovamente 6-2 6-3 con la Pironkova.

TETTO INVISIBILE

Dopo due stagioni di quasi inattività, quest’anno il tetto trasparente del centrale, costato circa 100 milioni di sterline, si sta dando da fare. Esame superato per la Schiavone e la Williams (anche se il gioco ne risente).

VENUS VINCE, BRAVA LA DATE!

Sul centrale coperto la Williams soffre da matti una encomiabile Kimiko, battuta 6/7(6) 6/3 8/6. La Zvonareva rischia ancora. Cancellati i match di Schiavone ed Errani

ORARIO DI GIOCO 22 GIUGNO 2011

Tornano in campo Nadal e Murray. Fra i maschi secondo match per Bolelli. Italiane protagoniste con Schiavone, Errani, Pennetta e Vinci

VENUS COMINCIA BENE. VERA NO

Nessun problema per la 5 volte campionessa di Wimbledon. Tanta paura invece per la Zvonareva, cui serve il terzo set per battere la Riske. Avanti anche la Date e la Wickmayer

IL TABELLONE FEMMINILE

Sorteggiato il draw femminile. Sette le azzurre nel tabellone, con la Schiavone gioca con l’incognita Dokic e la Pennetta che trova la Begu. Serena riparte dalla Rezai, Venus dall’Amanmuradova