TUTTO FACILE PER RAFA

Nessun problema per Nadal al secondo turno a Wimbledon: sconfitto Sweeting 6-3 6-2 6-4. Vittorie agevoli anche per Berdych e Gasquet. Raonic ko.

Be Sociable, Share!

Londra – Rafael Nadal approda al terzo turno ai Championships. Lo spagnolo, vincitore a Wimbledon nel 2008 e nel 2010, ha eliminato l’americano Sweeting in tre comodi set: 6-3 6-2 6-4.

Nadal in crescita. Terminata la maratona tra Venus Williams e Kimiko Date-Krumm, il Centrale coperto (nonostante non piova) accoglie l’ingresso in campo di Rafael Nadal e Ryan Sweeting. Il giocatore statunitense, che nel primo turno era stato a due punti dalla sconfitta contro Andujar, fatica all’inizio a tenere il ritmo di Rafa che sembra essere partito meglio dai blocchi rispetto al match precedente con Russell. Il break dello spagnolo arriva già nel quarto gioco (doppio fallo di Sweeting sulla palla break). L’americano difetta in pesantezza e lunghezza di palla, cosicché il numero 1 del mondo riesce a giocare con i piedi ben dentro il campo e a condurre gli scambi a suo piacimento. Sul finire del set Sweeting riesce ad essere più aggressivo ma a Rafa basta tenere i turni di servizio per chiudere 6-3. Il maiorchino parte a razzo anche nel secondo set quando si porta avanti 3-0 con due break di vantaggio. Impenetrabile in difesa, Nadal costringe l’americano a prendere rischi spropositati andando spesso fuori giri. Lo spagnolo non molla un punto che sia uno e Ryan fa una fatica immane ad ottenere un gioco, che arriverà solo sullo 0-4. Il set, però, è ormai compromesso e Rafa se lo aggiudica 6-2 firmando 3 aces nell’ultimo gioco. Lo spagnolo prova a fuggire anche nel terzo parziale piazzando il break nel terzo gioco ma subisce l’immediato controbreak perdendo il gioco da 40-0. Nel settimo gioco, però, qualche doppio fallo di troppo costa a Sweeting un altro break, suggellato da Nadal con un passante vincente di rovescio. L’americano fa in tempo a strappare gli ultimi applausi prima che Rafa chiuda con una comoda volèe di dritto il terzo set 6-4. Prestazione convincente dello spagnolo che ha accusato un solo passaggio a vuoto nel quarto gioco del terzo set. Il numero 1 del mondo è stato efficace al servizio (9 aces e 78% di punti con la prima), solido da fondo e impeccabile atleticamente. Il prossimo test per Nadal sarà Gilles Muller. Il lussemburghese, infatti, ha approfittato del ritiro di Milos Raonic che si è infortunato nel terzo gioco alzando bandiera bianca sul 3-2 per lui. Davvero un peccato per il canadese, la cui sfida con Rafa era attesa già dal sorteggio. Ricordiamo che Muller è l’ultimo giocatore (escluso Federer) ad aver battuto Nadal a Wimbledon: era il secondo turno dell’edizione 2005.

Berdych e Gasquet in scioltezza. Vittoria agevole anche per Tomas Berdych, numero 6 del seeding e finalista qui lo scorso anno. Il ceco approda al terzo turno grazie al successo in tre set su Julien Benneteau, piegato 6-1 6-4 6-2 in appena un’ora e trentasette minuti. Prestazione superba del gigante di Valasske Mezirici, che ha sommerso il suo avversario di vincenti (42) a fronte di appena 9 errori. Per Berdych, che ha ottenuto sei break nell’incontro, si tratta della prima vittoria su Benneteau (contro cui aveva perso nell’unico precedente giocato proprio a Wimbledon nel 2004). Avanza spedito al turno successivo anche Richard Gasquet, testa di serie numero 17. Il francese ha dominato dall’inizio alla fine il russo Igor Kunitsyn, sconfitto con un eloquente 6-1 6-4 6-4. Gasquet ha realizzato lo stesso numero di vincenti di Berdych (42), sbagliando anche lui pochissimo (13 errori gratuiti). Buone le percentuali al servizio (10 aces e 79% di punti con la prima). Per il francese al prossimo ostacolo ci sarà Simone Bolelli.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.