LA REGINA E’ SEMPRE LEI

Serena Williams alza per la quarta volta in carriera il piatto “Rosewater Dish”, liquidando senza storia in finale una spenta Zvonareva per 6-3 6-2.

Be Sociable, Share!

Wimbledon (Inghilterra) – Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Serena Williams bissa il trionfo dello scorso anno dimostrando ancora una volta la sua netta supremazia, spazzando senza attenuanti una Zvonareva partita benino ma forse già soddisfatta di essere arrivata in finale. Match mai in discussione per la N1 al mondo a cui basta un solo break per portare a casa il primo parziale per 6-3. Nel secondo il fragile muro russo crolla del tutto e con un break al 1° game Serena scappa via subito, allungando di fatto le mani sul trofeo. Il resto lo fa il 94% di punti realizzati con la prima e i 29 vincenti, contro appena i 9 della russa, che chiudono senza storia il match sul 6-2.

ore 16:23 – Con la benedizione finale Serena Williams chiude a 0 l’ultimo game e mette il sigillo ad un match che di fatto non c’è mai stato. 6-3 6-2 in appena 1 ora e 6 minuti di gioco, regalano alla numero 1 del mondo il 4° titolo a Wimbledon.

ore 16:14 – Resa quasi incondizionata per la Zvonareva, che con un paio di fiammate annulla 2 palle break prima commettere un doppio fallo e spianare la strada alla Williams verso il titolo sul 4-1 pesante.

ore 16:08 – Il 91% di punti realizzati con la prima di servizio sono più di una garanzia per Serena, che sale facilmente sul 3-1, mentre la sua avversaria non riesce a battere alcun colpo.

ore 15:55 – La russa sembra accusare il colpo e con un game sciagurato, condito da 3 errori gratuiti, regala subito il servizio alla sua avversaria anche in apertura di secondo set. Mini match point….???

ore 15:50 – Un passante in corsa regala alla Williams il primo break del match nel 8° gioco, in cui la russa perde le sue certezze proprio sul più bello, facendosi recupera da 40-15. Il set è ormai nelle mani dell’americana, che dopo 36′ di tennis non spumeggiante, chiude al terzo set point per 6-3.

ore 15:40 – La russa non è arrivata fin qui per fare la comparsa, mantenendosi per adesso in scia e tenendo bene il campo, annullando anche una palla break nel 5° gioco. Serena invece molto più sicura al servizio sale 4-3.

ore 15:22 – Le due finaliste sono ancora in piena fase di studio e il match segue i servizi senza grandi sussulti, siamo 2-2

ore 15:14 – Serena sceglie di servire e con 3 prime vincenti sale rapidamente 1-0.

ore 15:09 – Giocatrici in campo per il riscaldamento.

Una Williams in finale era il minimo, 2 quasi una consuetudine su questi prati. A scombinare i piani di famiglia ci ha pensato però la bulgara Pironkova, estromettendo Venus, prima di farsi eliminare in semifinale proprio dalla Zvonareva. Per Serena, autrice fino adesso di un percorso netto,la grande chance di bissare il titolo dello scorso anno e di mettere in bacheca il 4° sigillo su 6 finali londinesi in carriera. Per la Zvonareva,un torneo invece perfetto, condito dalla bella vittoria in quarti contro Kim Klijsters e proseguito alla grande fino a raggiungere la prima finale slam della carriera. Pronostico ovviamente tutto orientato per la n 1 del mondo, che nei 5 precedenti confronti vanta 4 vittorie e una sconfitta, subita a Cincinnati nel 2006. Per il resto sempre vittoriosa Serena, come nell’ultima sfida tra le due, risalente al 2008 nella finale in terra verde di Charleston.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.